home / Novità di Prassi e Giurisprudenza / Giurisprudenza / Unione Europea / Sentenza della Corte di ..

11/11/2021
Sentenza della Corte di giustizia sull’impugnabilità di un ordine europeo di indagine penale


argomento: Giurisprudenza - Unione Europea

PAROLE CHIAVE: ordine europeo di indagine penale

Secondo la Corte di giustizia (11 novembre 2021, C‑852/19, Ivan Gavanozov), l’art. 14 della Direttiva 2014/41/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 aprile 2014, relativa all’ordine europeo di indagine penale, letto in combinato disposto con l’art. 24, par. 7, della medesima direttiva e l’art. 47 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, deve essere interpretato nel senso che esso osta alla normativa di uno Stato membro di emissione di un ordine europeo di indagine la quale non preveda alcun mezzo d’impugnazione contro l’emissione di un ordine europeo di indagine avente ad oggetto lo svolgimento di perquisizioni e di sequestri nonché l’organizzazione di un’audizione di testimoni mediante videoconferenza.

Inoltre, l’art. 6 di detta direttiva, letto in combinato disposto con l’art. 47 della Carta  e l’art. 4, par. 3, TUE, deve essere interpretato nel senso che esso osta all’emissione, da parte dell’autorità competente di uno Stato membro, di un ordine europeo di indagine avente ad oggetto lo svolgimento di perquisizioni e di sequestri nonché l’organizzazione dell’audizione di testimoni mediante videoconferenza, qualora la normativa di tale Stato membro non preveda alcun mezzo d’impugnazione contro l’emissione di detto ordine europeo di indagine.



indietro