Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più 

Il Diritto dell’Unione Europea

Ultimo numero

Prossimo numero

 

Fascicolo 2 2017

  


Note a margine delle conclusioni nel caso Menci: la storia del divieto di ne bis in idem non è ancora finita

Patrizia De Pasquale  

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Il Parere 3/15 sulla competenza a concludere il Trattato di Marrakech e l’efficacia preclusiva esterna delle direttive di armonizzazione parziale

Amedeo Arena  

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Piattaforme digitali e caso Uber dinanzi alla Corte di giustizia: servizio di trasporto urbano o servizio della società dell’informazione?

Cristina Schepisi  

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Brevi spunti “intorno” al piano d’azione della Commissione per il sostegno all’Italia nella gestione dei flussi migratori

Giuseppe Licastro  

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La scadenza del termine di recepimento della direttiva 2014/41/UE sull'ordine europeo di indagine penale e la sostituzione delle "disposizioni corrispondenti" della convenzione di assistenza giudiziaria fra gli Stati membri del 2000: spunti per la ricostruzione di un quadro normativo complesso

Stefano Montaldo 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Una nuova Comunicazione della Commissione in materia di rispetto del diritto dell’Unione: “risultati migliori attraverso una migliore applicazione”, ma con minor controllo? 

 

Roberto Adam 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Il Tribunale dell’Unione si pronuncia nuovamente sull’iniziativa dei cittadini europei: solo luci o anche qualche ombra?

 

Fabio Ferraro 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Attività notarile e libera circolazione dei servizi giuridici.
Brevi note a margine della sentenza Piringer

 

Valeria Capuano 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Consiglio di Stato, “giudicato interno” e rinvio pregiudiziale: ancora sui rapporti tra sezioni e adunanza plenaria

 

Cristina Schepisi 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Alcune osservazioni in merito agli interventi dell’Italia in procedimenti in corso davanti alla Corte di giustizia dell’Unione europea

 

Giulia D'Agnone 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La Corte di giustizia annulla la sentenza T-512/12, Fronte Polisario c. Consiglio: l’accordo tra l’Unione e il Regno del Marocco relativo a misure di liberalizzazione in materia di agricoltura e di pesca non si applica al territorio del Sahara occidentale

 

Paola Mori 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Rinvio pregiudiziale obbligatorio e questioni incidentali di costituzionalità: rimane ancora qualche nodo da sciogliere?

 

Cristina Schepisi 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


Un anticipo di Brexit: il nuovo ordine di rotazione della presidenza statale del Consiglio

 

Roberto Adam 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La Corte costituzionale e il giudizio incidentale sulle leggi “anticomunitarie”: il passo del gambero?

 

Roberto Mastroianni 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


L’Unione europea e le risposte alle ‘minacce ibride’

 

Giulia D'Agnone 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La proposta del Parlamento europeo di adozione di un regolamento per un’amministrazione dell’Unione europea aperta, efficace e indipendente

 

Flavia Rolando 

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La valutazione d’impatto nell'Accordo interistituzionale "Legiferare meglio"

 

Lorella Di Giambattista 

 

Lo scorso 13 aprile i Presidenti del Parlamento europeo, del Consiglio dell'Unione europea e della Commissione europea hanno firmato un nuovo Accordo interistituzionale, la cui adozione era stata proposta dalla Commissione europea con l'Agenda "Legiferare meglio". Il nuovo Accordo attribuisce un ruolo strategico alle valutazioni d’impatto nel processo decisionale europeo ai fini del miglioramento della qualità della legislazione dell’Unione.

 

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La sentenza T-512/12, Fronte Polisario c. Consiglio: un’incerta qualificazione giuridica del rappresentante del popolo sahrawi 

Paola Mori 

Con la sentenza del 10 dicembre 2015, T-512/12, Fronte Polisario c. Consiglio, l’ottava camera del Tribunale dell’Unione europea ha annullato la decisione 2012/497/UE del Consiglio relativa alla conclusione dell'accordo tra l'Unione europea e il Marocco in merito a misure di liberalizzazione reciproche per i prodotti agricoli, i prodotti agricoli trasformati, il pesce e i prodotti della pesca, per la parte in cui approva l’applicazione di tale accordo al territorio del Sahara occidentale

 Per il testo integrale clicca qui


 


La seconda fase dell’operazione EUNAVFOR MED

 

Giuseppe Licastro 

 

È stata avviata il 7 ottobre 2015 la prima parte della seconda fase dell’operazione navale essenzialmente militare EUNAVFOR MED, che si prefigge di contribuire «a smantellare il modello di business delle reti del traffico e della tratta di esseri umani nel Mediterraneo centromeridionale (EUNAVFOR MED) adottando misure sistematiche per individuare, fermare e mettere fuori uso imbarcazioni e mezzi usati o sospettati di essere usati dai passatori o dai trafficanti» (v. art. 1 della decisione (PESC) 2015/778 del Consiglio del 18 maggio 2015; articolo poi rettificato parzialmente: v. infra). L’operazione prevede infatti tre diverse fasi successive.

 

Per il testo integrale clicca qui


 


La decisione sulla ricollocazione delle persone bisognose di protezione internazionale: un irrituale ricorso al metodo intergovernativo? 

Paola Mori 

Gli ultimi mesi hanno visto un drammatico ed esponenziale incremento dei flussi migratori, accompagnati da un tragico bilancio di vittime. La risposta europea alle questioni politiche, sociali e umanitarie poste dall’ondata migratoria pare per molti versi cacofonica. A fronte dell’affermazione contenuta nell’art. 80 TFUE per cui le politiche relative ai controlli alle frontiere, all’asilo e all’immigrazione «sono governate dal principio di solidarietà e di equa ripartizione delle responsabilità tra gli Stati membri, anche sul piano finanziario» e a fronte delle ambiziose iniziative della Commissione e del suo Presidente, nei fatti i Governi degli Stati membri si dimostrano poco inclini alla solidarietà e alla fiducia reciproca.

 Per il testo integrale clicca qui


 


Cronache della giurisprudenza dell’Unione europea
(luglio-dicembre 2014)

a cura di Piero De Luca e Massimiliano Puglia

La rubrica fornisce un’ informazione sintetica  sulle principali sentenze pronunciate dalla Corte di giustizia nel periodo di riferimento. L’inserimento di una sentenza nella rubrica non esclude evidentemente che la Rivista torni in modo più esteso su di essa con uno o anche più commenti.
Le pronunce inserite in rassegna sono ancora inedite, ma tutte reperibili sul sito www.curia.europa.eu.

 Per il testo integrale, clicca qui


 

 

 

 

Logo_Colori.gif

Area Riservata

  • Se hai perso la password
    o non riesci ad accedere
    contatta l'assistenza Giappichelli
    inviando una mail a spedizioni@giappichelli.it

   Rivista fondata da Alberto Predieri e Antonio Tizzano

Direttore: Antonio Tizzano

 

Comitato Scientifico:

Ricardo Alonso García, Sergio Maria Carbone, 
Giorgio Gaja, Francis Jacobs, Jean-Paul Jacqué, 
Koen Lenaerts, Riccardo Luzzatto, Paolo Mengozzi,

Miguel Poiares Maduro, Joël Rideau, 
Vassilios Skouris, Giuseppe Tesauro, 
Christiaan Timmermans, Thomas Von Danwitz

 

 

Comitato di Redazione:

Roberto Adam, Roberto Baratta, Enzo Cannizzaro,

Massimo Condinanzi, Luigi Daniele, Filippo Donati,

Roberto Mastroianni, Giuseppe Morbidelli,

Francesco Munari, Bruno Nascimbene,

Luca Radicati di Brozolo, Lucia Serena Rossi

 

Coordinamento della Redazione:

Susanna Fortunato 

Collaborano al Sito:

Michela Angeli (Autorità garante della concorrenza e del mercato);

Fabrizio Barzanti (Corte di giustizia); Flaminia Cotone (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Giulia D'Agnone (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Piero De Luca (Corte di giustizia);

Lorella Di Giambattista (Senato della Repubblica); Carlo Forte (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Paolo Iannuccelli (Corte di giustizia); Luigi Marchegiani (Dipartimento per le politiche europee – Presidenza del Consiglio dei ministri); Cecilia Odone (CINSEDO); Massimiliano Puglia (Corte di giustizia). 

 

 

 

La Rivista pubblica articoli attinenti direttamente o indirettamente ai profili giuridico-istituzionali del processo d’integrazione europea.

Gli articoli, redatti in italiano, francese, inglese o spagnolo, devono essere originali e inediti. La loro pubblicazione è subordinata ad una rigorosa selezione qualitativa. A tal fine, i contributi vengono valutati, senza indicazione del nome dell’autore o altri riferimenti che ne consentano l’identificazione, da qualificati studiosi della materia, anche esterni alla redazione della Rivista. I revisori potranno indicare le modifiche ed integrazioni che giudicano necessarie; in questo caso, la pubblicazione dell’articolo sarà subordinata al rispetto di tali indicazioni da parte dell’autore.

L’accettazione del contributo impegna l’Autore a non pubblicarlo altrove nella sua interezza o in singole parti, se non previo consenso scritto della direzione della Rivista e alle condizioni da essa stabilite.

I contributi inviati per la pubblicazione nella sezione Osservatorio europeo del Sito, che è destinata a ospitare, con aggiornamento continuo, commenti brevi o note a prima lettura, aventi a oggetto in linea di principio sentenze o materiali pubblicati nella sezione Novità di prassi e giurisprudenza, non devono superare i 30.000 caratteri (spazi inclusi).

Anche per i contributi destinati alla sezione Osservatorio europeo  del Sito è prevista la revisione nei termini precedentemente indicati.

Le norme redazionali cui devono attenersi i contributi destinati alla Rivista o alla sezione Osservatorio europeo del Sito sono pubblicate nella sezione La Rivista.

Gli articoli devono essere inviati tramite posta elettronica all’indirizzo mail della redazione (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). 

 

 


 

 

 

G. GIAPPICHELLI EDITORE s.r.l. 

  Via Po 21 • 10124 Torino • www.giappichelli.it


ISSN 2465-2474 • Il Diritto dell’Unione Europea (Online)  

   Iscrizione al R.O.C. n. 25223