Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più 

Il Diritto dell’Unione Europea

EU external action and the Rule of Law: ensuring the Judicial Protection of Human Rights beyond the Right of Access to Judicial Protection

Chiara Cellerino

SUMMARY

I. Introduction. – II. External action and human rights obligations stemming from EU law. – III. The Court of Justice contribution to EU international actorness. – IV. Limits (and counter-limits) to Court of Justice jurisdiction in CFSP. – V. The judicial review of human rights in cases of restrictive measures against individuals. – VI. Some recent cases calling for judicial review of human rights in other fields of external action. – VII. The (disappointing) case of the EU-Turkey Agreement addressing the migration crisis. – VIII. Conclusions.

 

Registrati per leggere il seguito...

Le parcours à obstacles de l’intégration du MES dans le cadre institutionnel de l’Union à la lumière de la jurisprudence de la Cour

Piero De Luca

SOMMAIRE

I. Introduction. – II. L’arrêt Pringle. – III. Les ordonnances Sindicato dos Bancários do Norte e.a., et Sindicato Nacional dos Profissionais de Seguros e Afins. – IV. Les faits à l’origine des affaires Mallis e.a. et Ledra Advertising: le protocole d’accord signé entre le MES et la République de Chypre. – V. (suite) les recours entamés devant les juges de l’Union. – VI. La décision rendue par la Cour dans l’affaire Mallis e.a.. – VII. Les différentes approches envisageables dans l’affaire Ledra Advertising. – VIII. La solution innovatrice adoptée par la Cour dans l’arrêt Ledra Advertising. – IX. La décision au fond de la Cour quant à l’(in)existence de la responsabilité non contractuelle. – X. Conclusions.

 

Registrati per leggere il seguito...

Il diritto alla salute dei migranti nel pacchetto di proposte della Commissione sulla riforma del “diritto di asilo europeo” e nella recente giurisprudenza della Corte di giustizia

Carla Gulotta

SOMMARIO

I. Note introduttive. – II. Il trattamento sanitario dovuto ai migranti in base alle norme sulla salute contenute nella disciplina europea sull’asilo. – III. Linee generali del piano di riforma del diritto di asilo europeo. – IV. Considerazioni critiche sulle disposizioni in tema di assistenza sanitaria contenute nella riforma. In particolare: sulla mancata inclusione delle cure vaccinali nell’assistenza sanitaria “necessaria” a norma della nuova direttiva accoglienza e sull’inadeguatezza delle norme in materia di salute a realizzare gli obiettivi della riforma. – V. Inidoneità della disciplina proposta a consentire la piena realizzazione del diritto alla salute dei migranti in quanto diritto dell’uomo. – VI. Sulla competenza del legislatore dell’Unione a promuovere una reale armonizzazione delle condizioni di accoglienza dei migranti anche in materia sanitaria. – VII. Sui contenuti dell’armonizzazione da realizzarsi in materia di trattamento sanitario dei richiedenti protezione internazionale. – VIII. Segue: Il ridimensionamento giurisprudenziale del limite all’armonizzazione derivante dalla primaria responsabilità degli Stati membri in materia sanitaria. – IX. Considerazioni conclusive: necessità che l’armonizzazione delle regole sul trattamento sanitario dei richiedenti protezione e dei migranti economici si inserisca in una più complessa strategia di gestione dei flussi migratori.

 

Registrati per leggere il seguito...

The impact of EU citizenship on the traditional balance between national migration policies and the protection of fundamental rights

Chiara Ragni

SUMMARY

I. The impact of EU citizenship on national migration policies. – II. Recognition of personal status and the link with EU law of national measures that are capable of causing serious inconveniences to citizens’ freedoms and rights. – III. Is there a right for EU citizens to live with family members who are third country nationals? The controversial competence of the ECJ to pronounce on purely internal situations: from the impediment effect to the deprivation effect. – IV. Balancing fundamental rights with public concerns: two courts, two different standards? – V. Concluding remarks: rethinking EU citizens’ rights in light of the principle of effectiveness.

 

Registrati per leggere il seguito...

Logo_Colori.gif

Area Riservata

  • Registrati
  • Nome utente dimenticato?
  • Password dimenticata?

   Rivista fondata da Alberto Predieri e Antonio Tizzano

Direttore: Antonio Tizzano

 

Comitato Scientifico:

Ricardo Alonso García, Sergio Maria Carbone, 
Giorgio Gaja, Francis Jacobs, Jean-Paul Jacqué, 
Koen Lenaerts, Riccardo Luzzatto, Paolo Mengozzi,

Miguel Poiares Maduro, Joël Rideau, 
Vassilios Skouris, Giuseppe Tesauro, 
Christiaan Timmermans, Thomas Von Danwitz

 

 

Comitato di Redazione:

Roberto Adam, Roberto Baratta, Enzo Cannizzaro,

Massimo Condinanzi, Luigi Daniele, Filippo Donati,

Roberto Mastroianni, Giuseppe Morbidelli,

Francesco Munari, Bruno Nascimbene,

Luca Radicati di Brozolo, Lucia Serena Rossi

 

Coordinamento della Redazione:

Susanna Fortunato 

Collaborano al Sito:

Michela Angeli (Autorità garante della concorrenza e del mercato);

Fabrizio Barzanti (Corte di giustizia); Flaminia Cotone (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Giulia D'Agnone (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Piero De Luca (Corte di giustizia);

Lorella Di Giambattista (Senato della Repubblica); Carlo Forte (Scuola Nazionale dell’Amministrazione); Paolo Iannuccelli (Corte di giustizia); Luigi Marchegiani (Dipartimento per le politiche europee – Presidenza del Consiglio dei ministri); Cecilia Odone (CINSEDO); Massimiliano Puglia (Corte di giustizia). 

 

 

 

La Rivista pubblica articoli attinenti direttamente o indirettamente ai profili giuridico-istituzionali del processo d’integrazione europea.

Gli articoli, redatti in italiano, francese, inglese o spagnolo, devono essere originali e inediti. La loro pubblicazione è subordinata ad una rigorosa selezione qualitativa. A tal fine, i contributi vengono valutati, senza indicazione del nome dell’autore o altri riferimenti che ne consentano l’identificazione, da qualificati studiosi della materia, anche esterni alla redazione della Rivista. I revisori potranno indicare le modifiche ed integrazioni che giudicano necessarie; in questo caso, la pubblicazione dell’articolo sarà subordinata al rispetto di tali indicazioni da parte dell’autore.

L’accettazione del contributo impegna l’Autore a non pubblicarlo altrove nella sua interezza o in singole parti, se non previo consenso scritto della direzione della Rivista e alle condizioni da essa stabilite.

I contributi inviati per la pubblicazione nella sezione Osservatorio europeo del Sito, che è destinata a ospitare, con aggiornamento continuo, commenti brevi o note a prima lettura, aventi a oggetto in linea di principio sentenze o materiali pubblicati nella sezione Novità di prassi e giurisprudenza, non devono superare i 30.000 caratteri (spazi inclusi).

Anche per i contributi destinati alla sezione Osservatorio europeo  del Sito è prevista la revisione nei termini precedentemente indicati.

Le norme redazionali cui devono attenersi i contributi destinati alla Rivista o alla sezione Osservatorio europeo del Sito sono pubblicate nella sezione La Rivista.

Gli articoli devono essere inviati tramite posta elettronica all’indirizzo mail della redazione (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). 

 

 


 

 

 

G. GIAPPICHELLI EDITORE s.r.l. 

  Via Po 21 • 10124 Torino • www.giappichelli.it


ISSN 2465-2474 • Il Diritto dell’Unione Europea (Online)  

   Iscrizione al R.O.C. n. 25223  
Privacy policy
  Cookies policy